GARANTITI AI PRECARI NON RIASSUNTI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI


Pubblicato in data 06/08/2009, nelle categorie:

STAMPA QUESTO ARTICOLO


A conclusione di una lunga battaglia sostenuta dalle forze sociali e in modo particolare dallo SNALS-Confsal, che lo ha considerato quale suo obiettivo prioritario, MIUR, Ministero del Lavoro ed INPS si accingono a siglare una convenzione per estendere al personale precario della scuola il sostegno al reddito erogato ai sensi della legislazione vigente in materia di ammortizzatori sociali.
La convenzione riguarda, come da noi chiesto e sostenuto, il personale Docente ed ATA, titolare di un contratto di supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche nell'a.s. 2008/2009, che non otterrà un analogo nuovo contratto nell'a.s. 2009/2010.
Il predetto personale potrà accedere al trattamento di sostegno al reddito a condizione che ne ricorrano i requisiti previsti dalla normativa vigente.
A livello operativo saranno le istituzioni scolastiche che provvederanno a comunicare all'INPS i dati, che saranno inseriti nella specifica banca dati dell'INPS medesimo, relativi al conferimento di supplenze temporanee di qualsiasi durata, alla data di cessazione delle medesime e ai casi di rifiuto immotivato, ai sensi della normativa vigente di offerta di contratti di supplenza temporanea.
E' opportuno precisare che la convenzione ha una durata di 3 anni e potrà essere rinnovata su conforme volontà delle parti che dovrà essere manifestata con atto scritto.