17 MAGGIO PROCLAMATO LO SCIOPERO GENERALE


Pubblicato in data 04/04/2019, nelle categorie: Personale e Scuola,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


Di fronte ad  un “nulla di fatto” con cui si è concluso l’incontro che si è svolto questa mattina al Ministero del Lavoro, lo Snals-Confsal e le altre OO.SS. proclamano lo sciopero delle attività non obbligatorie nel settore scuola a partire dal 26 aprile e con termine il 16 maggio e lo sciopero generale per l’intera giornata del 17 maggio 2019 di tutti i lavoratori del Comparto Istruzione e Ricerca.

 

Di seguito il testo delle due note.

Prot. 48/UNIT

Roma, 4 aprile 2019

 

Al Capo di Gabinetto Ministro Istruzione, Università e Ricerca

Al Gabinetto del Ministro Istruzione, Università e Ricerca

Ufficio Relazioni Sindacali

Al Capo di Gabinetto del Dipartimento della Funzione Pubblica

Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Relazioni Sindacali

Al Presidente della Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali

ROMA

 

Oggetto: Proclamazione sciopero generale per l’intera giornata del 17 maggio 2019 di tutto il personale del comparto dell’Istruzione e della Ricerca.

 

Alla luce degli esiti negativi del tentativo di conciliazione il cui esperimento è stato richiesto dalle scriventi OO. SS. in data 29 marzo u.s. (nota prot. 77/2019) e che ha avuto luogo in data odierna presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le scriventi Segreterie nazionali dei Sindacati Scuola, FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal e GILDA Unams proclamano lo sciopero generale di tutto il personale del comparto Istruzione e Ricerca per l’intera giornata del 17 maggio 2019, per le motivazioni e sugli obiettivi indicati nella stessa richiesta di avvio del tentativo di conciliazione

 

Di quanto sopra si chiede di dare adeguata comunicazione alle istituzioni scolastiche ed altri enti coinvolti nell’ azione di sciopero per quanto di loro competenza.

 

Distinti saluti

 

Flc CGIL

Francesco Sinopoli

CISL FSUR

Maddalena Gissi

UIL Scuola Rua

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Elvira Serafini

GILDA UNAMS

Rino Di Meglio

 

 

 

* * * * *

 

 

Prot. 47/UNIT

Roma, 4 aprile 2019

 

 

Al Capo di Gabinetto Ministro Istruzione, Università e Ricerca

Al Gabinetto del Ministro Istruzione, Università e Ricerca

Ufficio Relazioni Sindacali

Al Capo di Gabinetto del Dipartimento della Funzione Pubblica Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Relazioni Sindacali

Al Presidente della Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali

ROMA

 

Oggetto: Proclamazione sciopero, con astensione di tutte le attività non obbligatorie previste dal CCNL, del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e collaboratore scolastico della scuola.

 

Alla luce degli esiti negativi del tentativo di conciliazione il cui esperimento è stato richiesto dalle scriventi OO. SS. in data 29 marzo u.s. (nota prot. 77/2019) e che ha avuto luogo in data odierna presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le scriventi Segreterie nazionali dei Sindacati Scuola, FLC Cgil, CISL FSUR, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e GILDA Unams proclamano lo sciopero delle attività non obbligatorie nel settore scuola a partire dal 26 aprile 2019 e con termine il 16 maggio 2019, con le motivazioni e gli obiettivi indicati nella stessa richiesta di avvio del tentativo di conciliazione.

 

L’astensione dalle attività non obbligatorie riguarda tutto il personale docente ed ATA della Scuola e prevede in particolare:

 

Per il personale ATA:

  • astensione attività aggiuntive oltre le 36 ore settimanali;
  • astensione da tutte le attività previste tra quelle rientranti nelle posizioni economiche (I^ e II^ ) e negli incarichi specifici;
  • astensione dall'intensificazione della attività nell'orario di lavoro relativa alla sostituzione dei colleghi assenti;
  • astensione svolgimento incarico sostituzione Dsga;

Per il personale docente ed educativo:

  • astensione dalle attività aggiuntive di insegnamento oltre l’orario obbligatorio, retribuite con il MOF;
  • astensione dalle ore aggiuntive per l’attuazione dei progetti e degli incarichi di coordinatore retribuiti con il MOF;
  • astensione dalla sostituzione e collaborazione con il dirigente scolastico e di ogni altro incarico aggiuntivo;
  • astensione dalle ore aggiuntive prestate per l’attuazione dei corsi di recupero;
  • astensione dalle attività complementari di educazione fisica e avviamento alla pratica sportiva.

 

Di quanto sopra, si chiede di dare adeguate comunicazioni alle istituzioni scolastiche per quanto di loro competenza.

 

Distinti saluti

 

Flc CGIL

Francesco Sinopoli

CISL FSUR

Maddalena Gissi

UIL Scuola Rua

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Elvira Serafini

GILDA UNAMS

Rino Di Meglio

 

 

 

 

 

*    AL MINISTERO DEL LAVORO NESSUNA RISPOSTA DI MERITO, SCIOPERO GENERALE IL 17 MAGGIO – COMUNICATO UNITARIO

 

Al Ministero del Lavoro nessuna risposta di merito, sciopero generale il 17 maggio

Dall’incontro che si è svolto oggi al Ministero del Lavoro non sono emersi elementi che consentano di ritenere concluso positivamente il tentativo di conciliazione.

Nessuna risposta di merito è venuta alle richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali del comparto istruzione e ricerca, non essendovi stata peraltro la possibilità di procedere ad un approfondito esame delle questioni oggetto della mobilitazione.

Le cinque organizzazioni sindacali prendono atto dell’annunciata apertura, a partire da lunedì 8 aprile - data nella quale è previsto l’incontro con il Ministro - di un tavolo di confronto al massimo livello politico del MIUR, proposta rispetto alla quale affermano piena disponibilità perché rispondente a un’esigenza da tempo rappresentata, ma confermano, in assenza di impegni puntualmente riscontrabili, la volontà di procedere alla proclamazione di iniziative di lotta articolate in astensione dalle attività non obbligatorie e in uno sciopero generale di tutti i lavoratori del comparto istruzione e ricerca per l’intera giornata del 17 maggio 2019.

Roma, 4 aprile 2019

 

Flc CGIL

Francesco Sinopoli

CISL FSUR

Maddalena Gissi

UIL Scuola Rua

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Elvira Serafini

GILDA UNAMS

Rino Di Meglio