PTOF: CHIARIMENTI DEL MIUR CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE FAMIGLIE


Pubblicato in data 21/11/2018, nelle categorie: Personale e Scuola,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


Con Nota Miur prot. 19534 del 20 novembre 2018 vengono forniti ulteriori chiarimenti per la tempistica con la quale deve essere approvato e comunicato alle famiglie il PTOF per il triennio 2019/2022 e le modalità con cui le famiglie devono esprimere il consenso, ove ricorra, al fine della partecipazione degli alunni e studenti alle attività extracurriculari ivi previste.

Viene ribadita la necessità della predisposizione del PTOF entro un termine antecedente alle iscrizioni per consentire alle famiglie di conoscere l’offerta formativa della scuola ed effettuare una scelta consapevole in merito all’iscrizione; per la scuola secondaria le famiglie dovranno sottoscrivere inoltre il patto educativo di corresponsabilità.

Tutte le attività extracurriculari, anche quelle aggiunte nel corso dell’anno scolastico, devono essere portate tempestivamente a conoscenza delle famiglie o degli studenti maggiorenni, soprattutto per quelle che prevedono l’acquisizione di obiettivi di apprendimento ulteriori rispetto alle indicazioni nazionali di riferimento; comunque sempre con l’auspicio che ciò avvenga entro il termine di scadenza delle iscrizioni.

La nota in oggetto precisa inoltre che la partecipazione alle attività che non rientrano nel curricolo obbligatorio, inclusi gli ampliamenti dell’offerta formativa di cui all’art. 9  del D.P.R. 275/99, è facoltativa e prevede la richiesta del consenso dei genitori per gli studenti minorenni o degli stessi studenti maggiorenni. In caso di non accettazione gli studenti possono astenersi dalla frequenza.

Per quanto riguarda il contributo volontario viene altresì precisato alle scuole di limitare la previsione di attività che presuppongono un contributo economico da parte delle famiglie per consentire e favorire la più ampia partecipazione possibile ; le stesse scuole sono invitate a ricorrere , nell’ambito dell’autonomia, ad  attività di sponsorizzazioni o ad individuare altre forme di contribuzione a favore delle famiglie meno abbienti.