PENSIONATI- SETTEMBRE 2018 - PAGAMENTI DEL TFS E DEL TFR


Pubblicato in data 08/09/2018, nelle categorie: Pensione,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


Negli ultimi anni la normativa relativa al pagamento del TFS/TFR ha subito diverse variazioni sia per tempi di attesa che per la ripartizione del pagamento in più quote.

Riepiloghiamo di seguito la normativa attuale.

Pagamento del TFR/TFR con decorrenza settembre 2018 riguarda:

-    Pensionati/e in pensione anticipata dal 1.09.2016;

-    Pensionati/e in pensione di vecchiaia dal 1.09.2017;

-    Pensionati per aver maturato il requisito compiuto 40° al   31/12/2011 collocati in pensione dal 1.09.2018.

A partire dal mese di settembre 2018 spetta il pagamento della prima quota del TFS/TFR alle seguenti tipologie di pensionati:

-    Pensionati/e in pensione anticipata dal 1.09.2016, per costoro è ormai trascorso il previsto «periodo dei 24 mesi «ed entro i tre mesi successivi deve essere effettuato il pagamento dovuto.

-    Pensionati/e in pensione di vecchiaia dal 1.09.2017, per costoro è ormai trascorso il previsto «periodo dei 12 mesi» ed entro i tre mesi successivi deve essere effettuato il pagamento dovuto.

-    Pensionati per aver maturato il requisito compiuto 40° al   31/12/2011 in pensione dal 1.09.2018, costoro hanno diritto al pagamento entro 105 gg dalla cessazione avvenuta il 1.09.2018. (Il pagamento è riferito ai requisiti maturati in precedenza, non quelli alla cessazione e nessuna rateizzazione.)

Si ricorda che per i pensionamenti con i requisiti maturati dopo il 1.1.2014 si effettuerà il pagamento in più quote:

- la prima quota, riferita ad un importo lordo totale di € 50.000, alle scadenze sopra indicate;

-la seconda quota, fino ad un lordo totale di € 100.000, verrà pagata dopo 12 mesi dalla prima;

-la terza quota, fino ad un totale massimo di € 150.000, verrà pagata dopo 24 mesi dalla prima.

Tutti coloro che cessati nel 2016 e 2017 che abbiano cambiato, per qualsiasi motivo, l’IBAN della banca di accredito già comunicato nella domanda di pensionamento, debbono comunicare il nuovo IBAN al settore TFS dell’INPS di competenza.

E’ possibile consultare l’emissione del mandato di pagamento del TFS/TFR sul sito INPS utilizzando il proprio Pin ed il codice fiscale.