CONSIGLIO NAZIONALE 10/01/2018: MOZIONE FINALE


Pubblicato in data 11/01/2018, nelle categorie: Personale e Scuola,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


Trascriviamo, di seguito, la mozione finale del Consiglio Nazionale tenutosi a Tivoli il 10/1/2018, approvata all’unanimità:

 

Consiglio Nazionale Tivoli 10/01/2018

 

MOZIONE FINALE

 

Il Consiglio Nazionale, riunitosi a Tivoli il 10 gennaio 2018, quale organo eletto dall’XI Congresso SNALS-Confsal

ESPRIME

  • la netta soddisfazione nel percorso democratico e unitario emerso in tutte le fasi congressuali che ha avuto come esito l’elezione unanime dei rinnovati organi statutari;
  • l’auspicio di un avvio tempestivo di nuove strategie organizzative, che dovranno essere promosse e supportate da una chiara visione politico-culturale, a cui gli organi e gli uffici costituiti dovranno dare un coerente e organico contributo di idee e documentazione;
  • la ferma convinzione che la valorizzazione di tutte le professionalità e delle strutture a livello nazionale e territoriale sia elemento fondamentale per assicurare allo SNALS prospettive di sviluppo anche in forza della sua autonomia e delle sue posizioni politico-sindacali.

 

Il Consiglio Nazionale,

soprattutto a fronte dei ravvicinati impegni sindacali, quali il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro e le elezioni delle RSU e dei delegati del Fondo ESPERO che peraltro si svolgeranno in un delicato periodo per le prossime elezioni politiche,

RITIENE

che la coesione interna e la presenza sul territorio del Sindacato siano quanto mai indispensabili per tutelare i diritti e per migliorare le condizioni lavorative di tutto il personale del comparto dell’Istruzione e della Ricerca;

RACCOGLIE

le sollecitazioni emerse dal dibattito e invita la Segreteria generale ad assumere comportamenti, in particolare per quanto riguarda le questioni sia della parte normativa sia economica del contratto, in spirito collegiale e con senso di responsabilità, mettendo in atto una strategia di informazione e comunicazione che renda trasparenti alla categoria le decisioni e le azioni che lo SNALS metterà in atto in conseguenza delle condizioni in cui continuerà la trattativa all’ARAN.