AMMINISTRATIVI -RIORGANIZZAZIONE: PUBBLICAZIONE INTERPELLI


Pubblicato in data 12/03/2015, nelle categorie: Personale e Scuola,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


Dopo mesi dalla pubblicazione del DPCM n. 98 dell’11 febbraio 2014, questa mattina il Direttore Generale delle risorse umane, dr. Jacopo Greco, ha indetto una riunione che aspettavamo da tempo !

Con la pubblicazione dei DD.MM. in G.U. scadranno tutti i contratti dei dirigenti di seconda fascia.

La data di pubblicazione è prevista per il 20 aprile 2015 e quindi la decorrenza degli incarichi dal 21 Aprile.

Nel frattempo sono state preordinate tutte le procedure di interpello, sulla base di una nuova “pesatura” degli uffici, ed il relativo Decreto, a firma del Capo Dipartimento della Programmazione, sarà ufficializzato contestualmente, al fine di orientare i dirigenti nella scelta.

Ci saranno due distinti interpelli, il primo sarà destinato sia al personale dell’Amministrazione Centrale e periferica e il secondo  rivolto esclusivamente ai dirigenti di cui ai commi 5 bis e 6.

PESATURA

La  distinzione degli Uffici non sarà più prevista per fasce ma per lettera, al fine di evitare confusione tra le fasce retributive e fasce del ruolo dirigenziale generale e non generale

La distribuzione è la seguente:

Fascia A:    62 posti di cui 27  Amm.ne Centrale           37 Amministrazione Periferica

Fascia B:   132                   66                                      66

Fascia C:    98                      8                                      91

Fascia D:   120                                                           120

Alla suddetta ripartizione  corrispondono gli attuali livelli retributivi.

Alle Direzioni Generali che avevano già un ufficio di prima fascia  ne è stato assegnato uno in più, mentre per le restanti Regioni che ne erano prive, ne viene assegnato uno, ivi comprese le quattro regioni (Basilicata, Molise, Umbria e Friuli) la cui fascia spetterà al Coordinatore regionale.

 

DIRIGENTI SECONDA FASCIA DI RUOLO

Da domani 13 marzo e fino al 19 marzo, tramite una procedura informatizzata centrale che  consentirà ai Direttori Generali interessati di monitorare e visionare le istanze inviate, tutti i Dirigenti di seconda fascia di ruolo, dovranno presentare le proprie candidature accompagnate dai curriculi, sia  per l’amministrazione centrale  che per qualunque regione.

I dirigenti che hanno il vincolo di permanenza nella prima sede di assegnazione per 5 anni,  potranno presentarla solo nella Regione di attuale appartenenza.

Potranno essere presentate un minimo di 4 domande ed un massimo di 7 per posizioni diverse e non più di 2 domande per quella  classificata A.

Dal 20 al 26 marzo, i Direttori Generali dovranno valutare e individuare gli uffici da assegnare tra i  richiedenti.

 

UFFICI REGIONALI SOTTODIMENSIONATI

Contestualmente ai dirigenti di ruolo, ci sarà un interpello per la nomina del dirigente da assegnare all’Ufficio I che avrà il ruolo di coordinare l’Ufficio Regionale.

 Potranno partecipare oltre ai dirigenti di seconda fascia di ruolo, anche i dirigenti di altra amministrazione, ai sensi del comma 5 bis.

Il Direttore Generale delle risorse umane procederà alla valutazione e alla nomina del Coordinatore che a sua volta  designerà, previo interpello e valutazione del curriculum, al direttore risorse umane, la nomina dei dirigenti di seconda fascia da nominare.

 

DIRIGENTI TECNICI

Agli interpelli per la copertura degli uffici amministrativi non potranno partecipare i dirigenti tecnici. Per loro ci sarà un interpello per la copertura del posto di Coordinatore del servizio ispettivo  a livello centrale e regionale. Ai restanti dirigenti tecnici sarà conferito l’incarico dal Direttore Generale competente,  a seconda delle esigenze  di servizio e professionalità personali.

 

DIRIGENTI NON DI RUOLO

Subito dopo il conferimento degli incarichi ai dirigenti di ruolo, il Ministro formalizzerà il contingente dei posti da destinare alla copertura dei posti “5 bis e 6”.

Anche per questi ultimi  è stata prevista una settimana dedicata alla presentazione delle domande e una settimana per la valutazione delle stesse e il conferimento degli incarichi.

 

La procedura che è stata posta in essere, fatta passare  come fosse di estrema trasparenza, di fatto rende tutto molto discutibile.

Dalla distribuzione delle fasce relative alla pesatura degli uffici non possiamo fare a meno di notare il considerevole numero di uffici previsti presso l’Amministrazione Centrale e le fasce retributive previste per gli stessi che corrispondono ai livelli più alti.

Non è assolutamente accettabile la previsione di far presentare domanda per il posto di Coordinatore degli Uffici Regionali sottodimensionati ai dirigenti di altra amministrazione che, nel nostro Ministero, corrispondono ai dirigenti scolastici, il che appare una sorta di  sonora beffa per i dirigenti della nostra amministrazione!

 

Provvediamo ad inserire in area riservata il Decreto Dipartimentale e il riepilogo graduazioni.

 

 

 

 

*    ESTERO – RESTITUZIONE AI RUOLI METROPOLITANI A DOMANDA E PER COLLOCAMENTO A RIPOSO

Il MAECI ha trasmesso l’elenco delle sedi dalle quali risulta pervenuta la domanda di restituzione ai ruoli.

L’elenco è aggiornata alla data dell’11 febbraio.