CASELLARIO CENTRALE DELLE POSIZIONI PREVIDENZIALI ATTIVE


Pubblicato in data 07/06/2013, nelle categorie: Personale e Scuola, Pensione,

STAMPA QUESTO ARTICOLO


CASELLARIO CENTRALE DELLE POSIZIONI PREVIDENZIALI ATTIVE - ESTENSIONE DEL SERVIZIO ESTRATTO CONTO INTEGRATO (E.C.I.) – MESSAGGIO INPS

Come è noto, l’Inps con la collaborazione degli altri Enti e Casse previdenziali ha costituito l’anagrafe generale delle posizioni assicurative degli iscritti alle forme di previdenza obbligatoria, denominata Casellario Centrale dei lavoratori attivi, che raccoglie per ciascun lavoratore l’intera storia lavorativa indipendentemente dall’Ente previdenziale di riferimento.

In un unico archivio informatico vengono raccolti per ciascun iscritto tutti i periodi con contribuzioni accreditate presso una o più gestioni previdenziali.

La consultazione di tale anagrafe consente al lavoratore di verificare i dati relativi alla sua posizione contributiva complessiva presso i diversi Enti previdenziali disponendo così degli elementi informativi per programmare il suo futuro previdenziale con maggiore consapevolezza.

Il servizio E.C.I. (Estratto Conto Integrato) è stato reso disponibile nella prima fase sperimentale avviata nel dicembre 2011 ad un campione di 100.000 iscritti alle forme di previdenza obbligatoria, ripartiti tra gli Enti previdenziali in proporzione al numero degli iscritti di ciascun Ente.

Nel mese di aprile 2013 ha preso avvio la seconda fase dell’operazione E.C.I. per estendere il servizio ad un’ampliata platea di iscritti. La seconda  fase  concorre all’obiettivo di rendere progressivamente  disponibile il servizio E.C.I. a tutti gli iscritti alle forme di previdenza obbligatoria.

Questa seconda fase interessa complessivamente un  campione di 1.000.000 di lavoratori ripartiti tra gli Enti previdenziali in proporzione al numero degli iscritti di ciascun Ente o Gestione.

L’Inps, con il messaggio n. 8822 del 30/5 u.s., ha fornito le informazioni relative a questa seconda fase di apertura dell’E.C.I. e di seguito si riportano gli aspetti salienti delle stesse.

 

Apertura del servizio Estratto Conto Integrato (E.C.I.)

L’E.C.I. contiene le informazioni relative ai periodi assicurativi esposte in ordine cronologico. Se per uno stesso periodo sono presenti contributi versati presso diversi Enti di previdenziali, l’E.C.I. ne riporta l’elencazione senza eseguire sommatorie.

L’utente può consultare l’E.C.I. in via telematica, attraverso il portale dell’ Ente di ultima iscrizione, previo riconoscimento dell’identità secondo le specifiche procedure adottate dall’Ente.

L’accesso sarà garantito anche agli intermediari autorizzati attraverso i servizi telematici a loro dedicati.

Il sistema informativo, oltre alla visualizzazione e alla stampa della posizione assicurativa, consente agli iscritti di segnalare inesattezze o incongruenze eventualmente riscontrate. Le segnalazioni saranno inoltrate sempre in via telematica, agli Enti di previdenza competenti.

Modalità di accesso all’E.C.I.

La modalità di accesso al servizio, prevede che l’interessato acceda attraverso il portale dell’ente presso cui ha il periodo di iscrizione più recente, previo riconoscimento dell’identità tramite i codici di accesso riservati (Pin).

Il sistema di consultazione consente sia la visualizzazione dell’ECI sia la gestione condivisa delle segnalazioni inviate dagli assicurati a seguito della consultazione.

 

Invio delle Segnalazioni attraverso E.C.I.

La procedura E.C.I. consente all’iscritto di inoltrare le richieste di variazione della propria posizione assicurativa direttamente all’Ente presso cui era iscritto  nel periodo per il quale richiede la variazione.

L’interessato dopo aver eseguito l’accesso al sistema di consultazione E.C.I., attraverso il portale dell’Ente di riferimento, può consultare l’estratto conto integrato. Se riscontra un’inesattezza o una incongruenza che riguardano una o più righe contributive, può selezionare le stesse (attraverso menù guidati) e inoltrare le segnalazioni all’ente competente per il periodo oggetto di modifica selezionando l’Ente da un apposito elenco. L’interessato potrà verificare la ricezione della segnalazione e consultare lo stato della lavorazione della pratica.